https://www.storiepertutti.it/wp-content/uploads/2020/10/sezione-cassetta-attrezzi.jpg

Mediateca di Pace

Libri Accessibili

«Siamo tutte Atalanta.»
Gaia e il mare
Gaia e il mare
di Costanza Longo
Ed. Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi- 2007
Libro tattile (Nero/braille)
Alice nel paese delle meraviglie (I classici con la CAA)
Alice nel paese delle meraviglie (I classici con la CAA)
A cura di Carlo Scataglini
ill. da Cinzia Battistel e Giorgio Valentini
Ed. Erickson, 2018
Libro in simboli

Matilde
Matilde
di Sozapato
Ed. Kalandraka, 2019
Silent book

Contro corrente
Contro corrente
di Alice Keller
ill. Veronica Truttero
Ed. Sinnos, 2017
Libro ad alta leggibilità

Lotta Combinaguai
Lotta Combinaguai
di Astrid Lindgren
Ed. Mondadori, 2020
Audiolibro

«L’amore è un raggio di sole.»
Ti voglio bene (Je t’aime)
Ti voglio bene (Je t’aime)
di Carlotta Vaccari
Ed. Les Doigts qui Rêvent , 2020
Libro tattile (Nero/braille)

Raperonzolo
Raperonzolo
di Enza Crivelli
ill. di Uovonero, 2013
Libro in simboli

Il ladro di polli
Il ladro di polli
di Béatrice Rodriguez
Ed. Terre di Mezzo, 2011
Silent book

Chi vuole un abbraccio?
Chi vuole un abbraccio?
di Przemysław Wechterowicz
ill. Emilia Dziubak Ed.Sinnos, 2014
Libro ad alta leggibilità

L'amore è un ravanello
L'amore è un ravanello
di Zak Baldisserotto
ill. Lorenzo Bruni Pirani
Ed., DeAgostini Libri, 2014
Ebook
Il libro, il gioco, il libro-gioco, ponti per l’inclusione
Ghiribizzi
Ghiribizzi
Kristýna Adámková
Ed. Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi, 2008
Libro tattile (Nero/braille)

Cucù, sono qua!
Cucù, sono qua!
di Xavier Deneux
Ed. Tourbillon, 2017
Libro in simboli

Coucou
Coucou
di Lucie Félix
Ed. Editions des Grandes Personnes 2018
Silent Book

Gianni il fortunato
Gianni il fortunato
di Francesco Zito
Ed.Emme, 2014
Libro ad alta leggibilità

Double Double. Il gioco dei contrari
Double Double. Il gioco dei contrari
di Menena Cottin
Ed., And then story Designers, 2014
Ebook

Siamo fatti di...versi, perché siamo poesia!
Papu e Filo
Papu e Filo
Roberta Bridda
Ed. Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi, 2017
Libro tattile (Nero/braille)

Il brutto anatroccolo
Il brutto anatroccolo
a cura di Enza Crivelli
ill. Arianna Papini
Libro in simboli

Revolution
Revolution
Arianna Papini
Ed. Carthusia, 2017
Silent Book

Cosa dovrei dire io?
Cosa dovrei dire io?
Angela Cascio
ill. Sergio Olivotti
Ed. Sinnos, 2017
Libro ad alta leggibilità

Pezzettino
Pezzettino
Leo Lionni
Ed. Babalibri 2019
Audiolibro

Diritti e pari opportunità: per la partecipazione dei bambini con disabilità
Io, tu, le mani
Io, tu, le mani
Marcella Basso
Ed. Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi, 2015
Libro tattile (Nero/braille)

Le parole di Bianca sono farfalle
Le parole di Bianca sono farfalle
Chiara Lorenzoni
ill. Sophie Fatus
Libro in simboli

Look-up! (Guarda!)
Look-up! (Guarda!)
Jung Jin-Ho
Ed., Holiday House, 2016
Silent Book

Libro fiore
Libro fiore
Isabella Christina Felline
ill. Elena Martini
Ed., Ouverture Edizioni 2015
Libro ad alta leggibilità

Clemente il pesce col salvagente
Clemente il pesce col salvagente
Carlo Scataglini
ill. Roberto Ghizzo
Ed., Erickson 2013
Audiolibro

Per una cultura della pace e della non violenza
Troppo Ordine
Troppo Ordine
Mauro L. Evangelista
Libro tattile (Nero/braille)

Il Diario di Anna Frank
Il Diario di Anna Frank
Anna Frank
Libro in simboli

Io Sto con Vanessa
Io Sto con Vanessa
Kerascoët
Silent Book

Favole di Pace
Favole di Pace
Mario Lodi
ill. Desideria Guicciardini
Libro ad alta leggibilità

La Torta in Cielo
La Torta in Cielo
Gianni Rodari
Audiolibro

Film

«Siamo tutte Atalanta.»
Matilda 6 mitica
Matilda 6 mitica
di Danny DeVito, 1996
Genere –Commedia
In lingua italiana
Con sottotitoli in italiano
«L’amore è un raggio di sole.»
Wall-e
Wall-e
di Andrew Stanton, 2008
Genere – Animazione
In lingua italiana
Con sottotitoli in italiano
Il libro, il gioco, il libro-gioco, ponti per l’inclusione
Nat e il segreto di Eleonora
Nat e il segreto di Eleonora
di Dominique Monfery, 2011
Genere – Animazione
In lingua italiana
Con sottotitoli in italiano

Siamo fatti di...versi, perché siamo poesia!
La freccia azzurra
La freccia azzurra
Enzo D’Alò, 1996
Ispirato all’omonimo racconto di Gianni Rodari
Genere – Fantastico
In lingua italiana
Con sottotitoli in italiano

Per una cultura della pace e della non violenza
Il Castello Errante di Howl
Il Castello Errante di Howl
Hayao Miyazaki, 2005
Genere – Fantastico
In lingua italiana
Con sottotitoli in italiano

Diritti e pari opportunità: per la partecipazione dei bambini con disabilità
"Cuerdas", (Stringhe)
"Cuerdas", (Stringhe)
Pedro Solís García, 2013
Cortometraggio animato
Genere: Drammatico
“The present”, (Il regalo)
“The present”, (Il regalo)
Jacob Frey, 2014
Cortometraggio animato
Genere: Drammatico

Poesie

“L’ amore è un raggio di sole”
Abbracci, di Jimmi Liao

Filastrocca dell’amicizia, di Bruno Tognolini

A di amore
Filastrocca degli abbracci
Siamo fatti di...versi, perché siamo poesia!
Animali diversi 1


Animali diversi 2


Animali diversi 3


Per una cultura della pace e della non violenza
Dopo la Pioggia
Gianni Rodari

Le Armi dell'Allegria
Gianni Rodari

Promemoria
Gianni Rodari

Diritti e pari opportunità: per la partecipazione dei bambini con disabilità
Filastrocca per un mondo diritto
Diritto per davvero e non soltanto scritto
Diritto di amore al di là di ogni colore
Diritto di rispetto e diritto di un tetto
Diritto di mangiare e diritto di studiare
Diritto di guarire e diritto di giocare
Diritto di sapere e diritto di pensare
Diritto di crescere e diritto di sbagliare
Diritto di famiglia, che io sia figlio o figlia
Diritto di difendere i diritti dei bambini
e non soltanto dentro i miei confini.
Diritto di parlare e non di stare zitto
Diritto anche di urlare il mio diritto.

Sabrina Giarratana

Liberi di leggere
Nel Paese di nome Armonia,
al ventisette, in viale Allegria,
la biblioteca ha grandi libroni
da sfogliare tra mille emozioni.
Legge d’udito chi sa ascoltare,
legge di tatto chi sa sfiorare,
racconta mimando interi testi
chi sa usare la lingua dei gesti.
Ed il sapere di tutto il Mondoleggere,
scrivere e fare di conto,
lo si racconta intorno alla tavola,
in tutte le lingue, come una favola:
in italiano, in francese, in inglese,
in lingua burundi, in neozelandese,
con segni e suoni, è eccezionale,
in un linguaggio internazionale.
Impara così un Mondo felice,
quel che si fa, si pensa e si dice.
Con le mani, gli occhi e la mente,
studia il sapere di tutta la gente.

Benedetto Tudino

Diritti e doveri
Diritto alla vita, diritto al nome
diritto ad esprimere la propria opinione
diritto a essere liberi e mai sfruttati
diritto al rispetto, mai offesi o umiliati.
Diritti che vegliano la storia di ognuno
e che preferenze non fanno a nessuno.
Violarli vuol dire tradire davvero
il patto che lega un popolo intero.
Un patto che viene dai nonni coraggio
che hanno lottato per farcene omaggio.
Anche tu hai compito di fare da guardiano
perché questo bene non ci sfugga di mano.
Se chiami un diritto risponde un dovere
che chi ha sete beva, ma lavi il bicchiere
così chi vien dopo ha il bicchiere pulito.
Diritto e dovere, non so se hai capito!

Anna Sarfatti

Canzoni

“L’ amore è un raggio di sole”
“Guarda come dondolo”, Edoardo Vianello, 1962
“Guarda come dondolo” di Edoardo Vianello uscì nel 1962, come lato B del 45 giri “Pinne, fucile ed occhiali”. La canzone divenne subito una hit, grazie a una ricetta irresistibile di ritmo, coretti pop (nella migliore tradizione della musica leggera dell’epoca) e quel “guarda come dondolo con il twist/con le gambe ad angolo ballo il twist” che sembra quasi conferirle un’aura da “tormentone”.
Certo è che appena partono gli “ah, ah ah, ah ah ah” dell’incipit veniamo istantaneamente catapultati in un tempo dorato, un’Italia spensierata e vitale. E ci sembra di vederle le spiagge della Versilia o della Riviera Adriatica, le corse in lambretta, le biglie colorate, i jukeboxe degli stabilimenti balneari. Vediamo Vittorio Gassman ne “Il sorpasso” (il pezzo fu usato nella colonna sonora del film di Dino Risi) e… scivolati via dalle luci della sera, tra gli echi della musica in lontananza, in riva al mare… quei due ragazzi timidi a cui assomigliamo così tanto, che si danno la mano con gli occhi che brillano come “mille, mille, mille lucciole”.
“Guarda come dondolo” è il brano che abbiamo scelto per il nostro tema del mese, cioè l’amore.

Buon ascolto!
Il libro, il gioco, il libro-gioco, ponti per l’inclusione
Volta la carta, Fabrizio De Andrè - Massimo Bubola, 1978
Una canzone gioco, figlia (o nipote) delle filastrocche popolari e zeppa di riferimenti che spaziano dai tarocchi, alla rima genovese fino alla ballata tradizionale del Trentino. Inclusa nell’album “Rimini”, composto da Fabrizio De Andrè insieme a Massimo Bubola e uscito nel 1978, “Volta la carta” è un un vero e proprio gioco di incastri, in cui richiami popolari si intrecciano con immagini surreali rincorrendosi tra repentini cambi di scenario a ogni voltar di carta. Nel mezzo Angiolina, che “alle sei di mattina, s’intreccia i capelli con foglie d’ortica”, innamorata di un carabiniere e di uno straniero, gira e rigira si torna sempre a lì, come in un sogno o in un gioco.

Volta la carta di Fabrizio De Andrè è la canzone che abbiamo scelto, ispirati dal tema del mese ossia il libro-gioco come mediatore per l’inclusione. Ve la proproniamo nella celebre versione suonata insieme alla PFM. Buon ascolto!
Siamo fatti di...versi, perché siamo poesia!
“Una zebra a pois”, 1960 (Marcello Ciorciolini, Dino Verde, Lelio Luttazzi)
Mina è probabilmente la voce più iconica della musica italiana, capace di cimentarsi con grande ecletismo nei generi musicali più disparati. In questo famoso brano del 1960, scritto da Marcello Ciorciolini, Dino Verde e Lelio Luttazzi, la “tigre di Cremona” canta il paradosso di una zebra che “non ha strisce ma pois”. Il colmo dei colmi si direbbe, se non fosse che proprio lo scorso anno in Kenya è stato veramente avvistato e fotografato un cucciolo di zebra nera con i puntini bianchi. Ma questa è un’altra storia. A noi piace pensare che la zebra a pois della canzone di Mina sia un simbolo di tutto ciò che irrompe nell’ordine convenzionale e lo contamina portandosi dietro una diversità intesa come ricchezza, unicità e crescita. In faccia a chi vede il mondo a strisce bianche e nere… “beh, che c'è? A pois, a pois, a pois!”.

Per questo “Una zebra a pois” di Mina è la canzone che abbiamo scelto per celebrare in musica il nostro tema del mese e cioè la diversità. Buon ascolto!

L’articolo sulla vera “zebra a pois”
https://www.africarivista.it/una-zebra-a-pois-dalla-canzone-alla-realta/146021/
Diritti e pari opportunità: per la partecipazione dei bambini con disabilità
Canzoni: PER TE di Lorenzo Cherubini Jovanotti, 1999
Lorenzo Jovanotti l’ha definita una “piccola canzone di famiglia che diventa ninna-inno”, certo è che “Per te”, il pezzo che il cantautore ha dedicato alla nascita della figlia Teresa, oramai 21 anni fa, può essere intesa come un manifesto poetico di quelli che dovrebbero essere i diritti dei bambini. Infinite possibilità, infiniti linguaggi, fragole, foglie, nuvole, stelle... dal quotidiano all’universale, dal particolare al totale, dalla “farina” alla “chiave dei segreti”.
“Per te” è la canzone che abbiamo scelto per festeggiare il nostro tema del mese, cioè i diritti
dell’infanzia. Buon ascolto.

Nel 2009 è uscito per la collana Libri + Cd della Gallucci, con le illustrazioni di Altan
https://www.galluccieditore.com/libri/libri-cd/per-te/30/
Per una cultura della pace e della non violenza
LA GUERRA DI PIERO di Fabrizio de Andrè, 1964
La guerra di Piero di Fabrizio de Andrè è una delle più celebri canzoni italiane contro la guerra ed è forse quella che più di tutti ne descrive ’assurdità. Perché Piero viene ucciso da un uomo che aveva il suo stesso identico umore/ma la divisa di un altro colore e quell’uomo poteva essere lui, proprio come se di fronte a sé avesse avuto uno specchio.

Il cantautore sembra quasi chiamare Piero, per strapparlo al destino di tanti che come lui sono stati costretti a lasciare le loro famiglie per andare a combattere una guerra che altri hanno deciso e spingerlo idealmente a disertare: fermati Piero, fermati adesso/lascia che il vento ti passi un po' addosso/ dei morti in battaglia ti porti la voce/chi diede la vita ebbe in cambio una croce.

Una canzone “alta”, una poesia per tutti, grandi e piccini, che c’insegna il valore della pace perché il nemico non esiste e Piero è tutti noi.